Home : Il concorso : Comitato Scientifico 2012
Ginevra Elkann
Presidente della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli
Ginevra Elkann è nata a Londra nel settembre 1979. Vive e lavora tra Roma e Torino.
Ha vissuto in Inghilterra, Brasile e Francia. Ha conseguito una laurea presso l'Università Americana di Parigi e un Master in regia cinematografica alla London Film School.
È stata assistente alla regia di Bernardo Bertolucci per il film L'assedio (1998) e assistente video di Anthony Minghella per Il talento di Mr. Ripley (1999). Ha scritto e diretto Vado a Messa, un cortometraggio di nove minuti presentato con successo in numerosi festival cinematografici.
E’ stata co-fondatrice della casa di produzione Caspian Films che ha realizzato il lungometraggio Frontier Bluesscritto diretto da Babak Jalali selezionato per il Concorso Internazionale del 62 Festival del Cinema di Locarno. Il film è stato presentato dal luglio 2010 nelle sale cinematografiche di Londra, Berna, Zurigo.
Nel 2010 ha fondato ed è amministratore delegato della casa di produzione Asmara Film Company. Nel 2011 ha co-fondato ed è Presidente di Good Films, società di produzione e distribuzione cinematografica, insieme a Francesco Melzi d'Eril e Luigi Musini. Tra i titoli proposti in Italia The Lady di Luc Besson che ripercorre le vicende della leader democratica birmana e premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi; il documentario Living in the material world su George Harrison diretto da Martin Scorsese e il nuovo film di Agnieszka Holland, In Darkness candidato nel 2012 all’Oscar come miglior film straniero.
E' Presidente della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino.
E’ nel comitato consultivo di Christie’s. Da giugno 2008 è membro del Comité d'Acquistion e il Comité Executif della Fondation Cartier di Parigi.

Ilaria Gianni
Direttore Artistico della Nomas Foundation di Roma
Ilaria Gianni è curatrice e critica d’arte. Dopo essersi laureata in Storia dell’Arte, presso la Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università di Roma “La Sapienza”, ha ottenuto un MFA in Curating presso “Goldsmiths”, University of London. Attualmente è co-direttore artistico della Nomas Foundation, Roma, dove ha curato le mostre personali di Else Leirvik, Nina Beier e Marie Lund, Etienne Chambaud, Michael Dean, Rosalind Nashashibi, oltre alle rassegne A Painting Cycle (Jessica Warboys, Julia Schmidt, Christopher Orr, Agnieszka Brzezanska, Luca Bertolo); A Film Cycle (Duncan Campbell, Anja Kirschner & David Panos, Renzo Martens, Deimantas Narkevicius, Hito Steyerl); A Performance Cycle (Ryan Gander, Pierre Leguillon, Tris Vonna-Michell, Patrizio Di Massimo). Dal 2009 è associate del collettivo Art At Work e Adjunct Assistant Professor of Art presso la John Cabot University, Rome. Ha curato diverse mostre personali e collettive, tra cui Re-generation (MACRO, Roma, 2012); Roommates (MACRO, Roma, 2010); Desiring Necessities (John Hansard Gallery, University of Southampton, Southampton, 2009); Here Once again. Where Art and Cinema Interact (MOA e Loop Gallery, Seoul, 2008). Ha inoltre coordinato mostre e conferenze per musei e contribuito con testi a vari cataloghi d’arte. Suoi scritti appaiono su riviste, quali NERO, Cura, Lo Specchio+, Circa, Flash Art, Arte e Critica e artforum.com.
Federica Guida
Responsabile delle residenze a Parigi per gli Incontri Internazionali d’Arte
Nata a Napoli nel 1970. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi in Storia dell'arte contemporanea, all’Università "Federico II" di Napoli.
Dal 2006 è responsabile dell’ufficio mostre della Fondazione La Quadriennale di Roma, istituzione con la quale collabora dal 1997 e dove lavora al coordinamento organizzativo delle attività espositive.
Dal 1999 al 2005 ha lavorato presso gli Incontri Internazionali d’Arte dove ha curato l’organizzazione di eventi e mostre, seguito i progetti editoriali e dove, in qualità di responsabile della Biblioteca, ha avviato e coordinato i lavori di catalogazione e informatizzazione del patrimonio librario e l’apertura al pubblico nel 2001 della Biblioteca e dell’Archivio dell’Associazione.
Dal 2003, anno in cui la Cité Internationale des Arts de Paris assegna agli Incontri Internazionali un atelier nella propria sede, è referente del progetto di residenze a Parigi per la promozione della ricerca di giovani artisti e studiosi all’estero.
Nel 2012 è stata membro del comitato scientifico istituito dagli Incontri Internazionali d’Arte per l’assegnazione delle residenza d’artista presso l’atelier della Cité Internazionale des Arts a Parigi.
Luca Lo Pinto
Curatore
Luca Lo Pinto (1981) è un curatore che vive e lavora a Roma. È editor in chief del magazine NERO. Collabora con la rivista culturale online Doppiozero. Ha scritto per diversi cataloghi e riviste italiane ed internazionali. Ha curato numerose mostre che, tra le altre, includono Luigi Ontani - AnderSennoSogno (Museo H.C. Andersen, Roma 2012/2013); D’après Giorgio (Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, Roma 2012); When In Rome (IIC, Hammer Museum, La><Art, Los Angeles 2011); Roommates (MACRO, Roma 2009); (NO) Vacancy (Galleria Maze, Torino 2008); 9 or 10 works I used to like, in no order (Monitor, Roma 2007); Maria Colao. A Bibliography/Conversation Pieces (Museo Praz, Roma 2006). Nel 2012 ha curato il progetto di conferenze intitolato Una Storia presso il MACRO. Ha curato libri ed edizioni d'artista di Olaf Nicolai, Luigi Ontani, Nicola Pecoraro, Emilio Prini, Izet Sheshivari, Alexandre Singh e Mario Garcia Torres. E' membro dell'advisory board della Depart Foundation.
Nunzio
Artista
Sin dal 1983 abita gli spazi del Pastificio Cerere dove si stabiliscono in seguito anche Bruno Ceccobelli; Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Pizzi Cannella e Marco Tirelli.
A questi artisti, insieme a Domenico Bianchi, Achille Bonito Oliva nel 1984 dedica la mostra “Ateliers”. Nel 1981, la sua prima personale presentata presso la Galleria Spazia di Bolzano seguita da altre due personali nel 1984 alla galleria l’Attico, nella mostra che segna l’inizio di una intensa collaborazione con il gallerista Fabio Sargentini, e nel 1985 nella Galleria di Annina Nosei a New York. Nella seconda metà degli anni ottanta appaiono le prime opere di legno e piombo. Con queste opere Talismano, Meterora e Odissea espone alla LXII Biennale di Venezia nella sezione “Aperto ‘86” in occasione della quale vince il Premio 2000 conferito al Migliore Giovane Artista. Numerose le mostre a lui dedicate: nel 1988 presso le gallerie Triebold a Basilea, Di Meo a Parigi, e Bagnai a Siena nel 1989, allo studio Cannaviello a Milano nel 1990, alla Galleria dell’Oca a Roma nel 1991. Tra le collettive “ La Nouvelle Biennale de Paris”, “L’Italie aujourd’hui” al Centre National d’art Contemporain di Nizza, la VI Biennale di Sydney nel 1986, “Los Nuevos Romanos” a Santiago di Compostela e a Madrid, “Prospekt ‘89” a Francoforte nel 1989. Al 1994 risale la sua prima personale in Giappone alla Kodama Gallery di Osaka.Nel 1995 vince il Prize for Excellence alla seconda edizione della Biennale di Fujisankei.
Il 2000 si apre con una mostra alla Galleria Fumagalli di Bergamo in cui viene pubblicato un libro dedicato al lavoro di un ventennio. La sua più recente mostra antologica è stata allestita al Macro a Roma, nel 2005 a cura di Danilo Eccher.

Vive a Roma.
Bartolomeo Pietromarchi
Direttore del MACRO,Museo d'Arte Contemporanea Roma
Bartolomeo Pietromarchi è critico e curatore d’arte. Dal 2002 al 2007 è stato Direttore Artistico della Fondazione Adriano Olivetti. Ha curato diverse mostre e cataloghi tra cui Santiago Sierra, Ponticelli, Museo MADRE, Napoli, 2009; la retrospettiva di Alfredo Jaar It Is Difficult, Hangar Bicocca e Spazio Oberdan (con Gabi Scardi), Milano 2008; Lucy+Jorge Orta - Antarctica, Hangar Bicocca, Milano, 2008; The Hot Season. Italian Art Now, Stenersen Museum, Oslo 2008; Not Afraid of the Dark - Emergenze, Hangar Bicocca, Milano 2007; il progetto di ricerca triennale Trans:it. Moving Culture through Europe; il laboratorio per giovani artisti Prototipi (con Stefano Chiodi). È autore di diverse pubblicazioni tra cui Italia in Opera - La nostra identità attraverso le arti visive, Bollati Boringhieri, 2011; Il luogo (non) comune. Arte, spazio pubblico ed estetica urbana in Europa, ACTAR 2005; Creazione Contemporanea. Arte, società e territorio tra pubblico e privato, Luca Sossella Editore, Roma, 2004 (con M. De Luca, F.Gennari Santori, M. Trimarchi); Mario Merz. Igloo (Universale di Architettura, Testo&Immagine, Torino, 2001). Collabora con la rivista RESET di cui cura la sezione di arte contemporanea. È stato curatore del Premio Italia Arte Contemporanea del MAXXI Museo delle Arti del XXI secolo e co-curatore della mostra di apertura Spazio. Da luglio 2011 è Direttore del MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma. È curatore del Padiglione Italia alla 55. Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia (2013).
Marcello Smarrelli
Direttore artistico della Fondazione Pastificio Cerere
Nato a Roma nel 1962, storico dell’arte, critico e curatore.
Dopo aver conseguito la laurea in Storia dell’Arte presso l’università La Sapienza di Roma e la specializzazione in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Siena, si è dedicato allo studio dei rapporti tra estetica e pedagogia. È stato docente di Storia dell’Arte e Storia del Design presso l’Università degli Studi di Roma la Sapienza, Facoltà di Architettura.
Dal 2011 è Direttore Artistico della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.
Dal 2007 è Direttore Artistico della Fondazione Ermanno Casoli.
È stato membro della Fondazione italo-francese a sostegno dell'arte contemporanea in Italia "Nuovi Mecenati".
Ha ideato e curato numerosi workshop di formazione nelle aziende, progetti d’arte pubblica e molte mostre in spazi pubblici e privati, i suoi interventi critici sono pubblicati in molti cataloghi e riviste specializzate. È stato membro di importanti giurie per l’assegnazione di premi per l’arte contemporanea in Italia (Curatore del Premio Ariane de Rothschild, critico selezionatore Premio della Fondazione Prince Pierre de Monaco, Premio Furla, Premio per la Giovane Arte Italiana, presidente di giuria 6ARTISTA). È corrispondente per varie riviste d’arte contemporanea, tra cui Flash Art, Exibart, Artribune. È stato consulente per l’arte contemporanea per molte istituzioni tra cui l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, l’ambasciata di Francia a Roma, l’Istituto di Cultura Italiano a Parigi, l’Associazione Civita.